Consigliamo:
MP system s.r.l.    LaSalute.info

Casa di Riposo “Monumento ai Caduti” di San Donà è una eccellenza

Martedì 6 luglio è apparso un articolo sul Gazzettino intitolato ” Casa di riposo, ospiti trascurati”. Vi erano le locandine lungo le strade. Sono rimasto incredulo conoscendo bene la Casa di Riposo e l’Hospice e conoscendo personalmente

Vi era però uno scritto: La denuncia del Movimento 5 Stelle ” Assistenza carente e poca trasparenza” e allora ho subito pensato ad un attacco politico, come si usa. Alla uscita dal lavoro ho comperato il Gazzettino per leggere l’articolo ed ho visto che non vi era segnalato nulla di preciso ma solo argomenti generici come spesso siamo abituati a vedere nelle lotte o finte lotte politiche.

Non abbiamo notizie dirette ma solo quello che si legge nell’articolo e espressioni raccolte da personale che lavora nella Casa di Riposo, dovute al fatto che diversi operatori sanitari e infermieri professionali era operatori che lavoravano prima in Casa di Cura e nel mio Reparto . Da loro ho raccolto in modo particolare la loro delusione ad essere al centro dell’attenzione . Poche parole ma che mostravano la loro amarezza e il pensiero di quello che la gente potesse pensare di loro. MI hanno anche espresso la paura che se in futuro avessero bisogno di lavoro potessero anche avere dei problemi se la gente si ricordava che loro erano colpevoli di una carente assistenza dei ricoverati.

Non conosco la denuncia del Movimento 5 Stelle se non da quello che ho letto e che riporto . ” Alcuni familiari degli ospiti della Casa di Riposo  hanno segnalato una assistenza carente, in particolari presunti deficit  nell’assistenza, nonché omissioni e mancanza di trasparenza da parte della direzione nei confronti di pazienti e familiari”

Non spetta a me indagare e parlare con i pazienti e con i parenti e con il personale  sanitario o amministrativo.

Non spetta a me anche perché io spesso parlo con i parenti dei ricoverati sia della Casa di Riposo che dell’Hospice. Parlo spesso anche con il personale sanitario  e meno con quello amministrativo anche li conosco bene in quanto abbiamo fatto assieme delle manifestazioni a favore dei ricoverati proprio come ” Il Ponte”.

Noi del ” Il Ponte” conosciamo bene la Casa di Riposo e l’Hospice. Lo abbiamo frequentato come medico ma anche come Rotary e anche com semplice Presidente di ” Il Ponte”  Abbiamo organizzato manifestazioni a favore dei ricoverati in accordo con il Presidente Dr Fabio Bonadio. Ricordo come due Natali orsono abbiamo organizzato un concerto con Fra Cionfoli che ha allietato gli ospiti. E lo stesso Fra Cionfoli che ha visitato la struttura ha avuto complimenti in modo particolare per l’assistenza ai pazienti. Lui fa spesso concerti in queste strutture ed ha elogiato la struttura , sia per la pulizia, per la organizzazione e in modo particolare per l’atmosfera che si respirava e che gli stessi ospiti hanno manifestato  parlando con lui.

Siamo stati ancora presenti regalando libri, videocassette e videoregistratori gentilmenti offerti ad VideoSound in collaborazione con il Sign Salierno. E questo in accordo con il Presidente Bonadio che ha sempre mostrato il suo desiderio che i ricoverato che vengono chiamati ” ospiti” avessero una casa più che una struttura sanitaria che non tenesse conto anche dei problemi umani e di amicizia che gli ospiti necessitano.

Ricordo anche che circa tre mesi fa avevo organizzato un incontro con la popolazione al Forte 48 intitolato ” La Sanità, Il Sociale…e la Salute ?” Avevo come ospiti relatori L’Ass al sociale della Regione Sernagiotto e il Presidente della 5 Commissione  alla Sanità della Regione. Prima della conferenza li ho accompagnati in Casa di Riposo . Sono rimasti meravigliati della struttura, della atmosfera che si respirava, della accoglienza e della cura con la quale venivano seguiti gli ospiti. Tali apprezzamenti sono stati espressi sia dall’Ass Sernagiotto che dal Presidente Padrin.

Oggi stesso ho parlato con due ospiti dell’Hospice che hanno espresso la loro contentezza per essere ricoverati in questo posto e non sollecitati da me hanno raccontato di come  hanno trovato una assistenza che non si aspettavano.

Io mi sono recato spesso anche come medico ed ho potuto verificare la pulizia, l’igiene ma in modo particolare il grado di cura prestata agli ospiti e come l’assistenza non sia mai carente ma sia al Top per una struttura  che ospita più di 160  ( 170) ospiti compresi in ricoverati all’Hospice. Io credo che la nostra Casa di Riposo sia una eccellenza di cui la città di San Donà deve essere fiera e non deve essere toccata dalla speculazione politica.